Il Pardini Sporting Center nasce nel 2014 in un contesto che aveva già ospitato un complesso sportivo. Rilevato da Giampiero Pardini – imprenditore camaiorese che ha portato il nome di questo angolo di Toscana in tutto il mondo – è stato completamente rinnovato per dare vita a un centro multifunzionale dove gli atleti della Versilia e i tanti appassionati della costa toscana possono praticare gli sport a loro più congeniali.
Pardini, già campione italiano di tiro a segno e atleta della nazionale italiana della disciplina, poi affermatosi come il produttore di armi sportive di successo, è un uomo innamorato dello sport.
Accanto al tiro a segno, nella sua carriera agonistica ha praticato numerose altre discipline, dal nuoto al pattinaggio, dalle arti marziali al tennis. Arriva al tiro a segno quasi per caso, imponendosi come uno dei più forti tiratori italiani a cavallo tra gli anni Sessanta e gli anni Settanta del Novecento. Al termine dell’attività agonistica, nel 176, fonda la Pardini Armi, un’azienda specializzata nella produzione di armi sportive che oggi impiega oltre 20 dipendenti e raccoglie successi in tutti i più importanti contesti internazionali. Le sette medaglie vinte dalle armi Pardini alle Olimpiadi di Rio 2018 sono l’apice di un palmares che conta 24 medaglie olimpiche, migliaia di affermazioni nelle gare di Coppia del Mondo, ai Campionati continentali e una moltitudine di record. All’apice della sua carriera imprenditoriale, Pardini – camaiorese a tutto tondo, è infatti nato sulle montagne apuane, vive in collina e produce a Lido di Camaiore, al mare – ha deciso di restituire alla sua comunità quello che le mancava: un centro sportivo polifunzionale dove praticare sport ai massimi livelli.

Attualmente la struttura, che già si prestava come una cittadella dello sport, comprende 2 campi da calcetto bivalenti, 5 campi da tennis e 2 campi polivalenti coperti nei quali praticare hockey, pallavolo, pallacanestro e pattinaggio artistico. Tutti gli impipanti sono di nuova realizzazione costruiti con i materiali più moderni. La struttura comprende 8 spogliatoi, ciascuno in grado di ospitare 10 atleti, e il ristorante-pizzeria Al Centro, specializzato in cucina tradizionale del territorio. Il progetto, ancora in evoluzione, prevede la realizzazione di una palazzina che ospiterà un centro di medicina sportiva e riabilitazione, una foresteria e i nuovi spogliatoi. Tutti gli impianti e le strutture sono accessibili ai disabili.